• Eleonora

CORONAVIRUS, IL SACRIFICIO CAPRICORNINO ED IL VALORE DEI NODI LUNARI

Un'analisi astrologica sul fenomeno del Covid19.


Qualche post fa riflettevo su come l’energia espressa dalla concentrazione di pianeti in Capricorno fosse un invito al “sacrificio”.

Parlavo di un sacrificio interiore, un lavoro di scrutinio necessario e impietoso per sbarazzarci di tutti gli schemi psicologici, di comportamento, i modi di pensare, le convinzioni che sono depotenzianti per la nostra crescita.

Ovviamente sono idee che ci riguardano in prima persona, singolarmente, ma questi transiti lenti rappresentano anche processi dinamici nell’inconscio collettivo. Impossibile non inserire il Coronavirus in quest’ottica. E non parlo solo di sacrifici di vite umane. Parlo di quello che il virus sta creando a livello di psiche globale. Siamo spaventati all’idea di essere contagiati, viviamo un momento di incertezza e precarietà diversa dal solito, in cui è la vita stessa ad essere minacciata. Al di là delle reazioni di panico, più o meno giustificate e più o meno fomentate dai media, è difficile non notare questo sentimento di apprensione diffusa mentre, allo stesso tempo assistiamo ad un processo di chiusura forzata e di paralisi mondiale. Come altri hanno giustamente notato, il nostro stile di vita verrà temporaneamente sfidato, ridotto il nostro senso di controllo sul mondo. Ci sentiamo costretti, o quantomeno invitati a ridurre la nostra mobilità. A rintanarci. A proteggerci. Mentre il mondo fuori ci minaccia, ci rinchiudiamo nel guscio, (simbolo Cancerino per eccellenza, in opposizione al Capricorno) ci troveremo necessariamente a riflettere su cosa è davvero importante per noi, cosa davvero non vorremmo mai perdere, i nostri valori, le nostre radici. Le nostre radici animiche, non fisiche. Le cose che ci nutrono l’anima.


La dinamica dell’opposizione Cancro-Capricorno sembra essere di essenziale rilievo quindi, ancora di più visto che i nodi lunari sono posizionati a 6° su quest’asse cardinale. Sacrificio del superfluo - consapevolezza dell’essenziale sembra davvero il tema in questo dinamica. Sia dentro che fuori di noi. Spero che una volta passato l’isterismo ci sia l’opportunità di sfruttare la situazione in modo evolutivo. Per l’umanità, intendo. Per un istante tutto il mondo si sente unito davanti ad una minaccia globale. Questa è un’opportunità non da poco per poter fare un “salto” di coscienza, in senso generativo di un sentimento di “famiglia umana” (altro termine Cancerino) superando le divisioni. Chissà che il sestile di Nettuno in Pesci con Giove non sia di ispirazione in questo senso... Mi auguro che la coscienza collettiva faccia tesoro di questa lezione e ne esca purificata, più consapevole. Come dopo un digiuno.


Derek Hess, "Redemption"

7 views0 comments

Recent Posts

See All